venerdì 28 agosto 2015

I custodi del libro

I libri sono sempre affascinanti, ci permettono di fantasticare, immedesimarci, fare congetture, oppure, se hanno una storia loro, intessuta di secoli, ci risucchiano fra le loro pagine, gli inchiosti, i caratteri....

E' quello che è successo all'autrice, affascinata da un codice ebraico medioevale, la Haggadah di Sarajevo.
Il testo vecchio di oltre 600 anni, era un libro casalingo di preghiere, pur essendo splendidamente miniato, ma le peripezie della sua lunga esistenza sono solo in parte ricostruibili e lasciano ampio spazio alla curiosità.
Qual era la vita del suo creatore?
E quella del suo primo proprietario?
Quante regioni d'Europa lo hanno ospitato?
E quante volte ha rischiato di scomparire per sempre, seguendo il destino dei tanti libri a lui contemporanei?

Così, a partire da una piccola figura di donna araba vestita d'ocra, lì in un angolo di una pagina,si dipana una storia in cui uomini e donne si susseguono nel possesso di un volume la cui salvezza ha dell'incredibile.

Dietro la mera storia di un libro come reperto storico ci sono le vite di chi l'ha tenuto in mano, l'ha amato, odiato, protetto, dimenticato, ricercato, restaurato, trafugato.... storie di uomini, complicate e spesso sconosciute.
E' questo il valore immenso dei libri, anche delle economiche versioni industriali che teniamo oggi fra le mani, anche se spesso ce ne diamentichiamo.

mercoledì 26 agosto 2015

Benvenuto Andrea!

Ieri sera è arrivato un nuovo piccolo riccio (Cioè la nuova generazione dei giocatori dell'Oleggio Rugby).
Anche a lui il mio fiocco per augurargli il meglio in questa nuova avventura!

venerdì 14 agosto 2015

Benvenuta Aurora!

Da pochi giorni Camilla, una compagna di scuola di Alessandro, ha avuto una sorellina: Aurora.
Per accoglierla ecco il mio fiocco di nascita...una nuova piantina sta per germogliare...chissà che profumo avrà la sua vita!



mercoledì 15 luglio 2015

L'ospite

Gli uomini erano troppo inclini alla violenza, alla menzogna, all'ira.... la Terra era diventata un luogo di morte, di lotta continua; per questo le Anime hanno portato la pace.
Inseriti nelle menti umane hanno posto fine ad ogni reato, bugia, furbizia. Ogni Anima  lavora per il bene altrui, collabora gioiosa e sincera per creare un mondo migliore, anche se un piccolo gruppo di ribelli non vuole cedere a questo paradisiaco cambiamento.

Ma forse non è proprio così........

Una razza aliena si è impadronita delle menti umane, ha annientato le coscienze dei propri ospiti e ha creato una società di automi, di finti umani che, per vivere in armonia, annientano le coscienze dei loro ospiti ingolbandone i ricordi: solo alcuni hanno intuito l'abominio nascosto dietro a questa pace e lottano per salvare il proprio mondo e il proprio essere.
Ma chi ha ragione? Chi è il buono e chi il malvagio? Chi è il più Umano?

Sono solo alcuni dei dubbi che Viandante, l'Anima che ha preso il corpo di Melanie, si trova a risolvere con sè stessa e con la coscienza resistente della sua ospite, che non si arrende all'ordine di sparire. E così un corpo diventa albergo per due anime, opposte, almeno apparentemente, finchè una non riesce a mettersi nei panni dell'altra.

Un quadro apocalittico per il primo romanzo di Stephenie Meyer, autrice più nota per la saga vampiresca di Twilight, in cui si sviscera non tanto il tema dell'invasione aliena quanto quello dell'alienazione, della massificazione, del desiderio di "pace di stato", senza tralasciare il diritto a sbagliare, amare, essere confusi e "sbagliati" in un mondo pieno di etichette.

Una bella lettura, un testo ben scritto, coinvolgente, da cui è stato tratto il film, per una volta all'altezza del romanzo, con la eterea Saoirse Ronan e l'arci cattiva Diane Kruger (peccato che l'attrice, seppur bravissima, rispecchi poco il personaggio del romanzo)

sabato 4 luglio 2015

Come un anno fa....

Dopo mesi e mesi di silenzio ricomincio da dove mi ero fermata....BAVAGLINI.
Anche questa primavera mi sono data al punto croce per i piccoli nuovi arrivati.
Mi sono imbattuta in una fatina che è diventata il filo conduttore per i bavaglini di Chiara, Emma, Sofia e..... un'altra Sofia (Pare un nome molto gettonato ultimamente).




venerdì 1 agosto 2014

Ancora bavaglini

Sembra che in questo periodo di frescura inaspettata mi sia tornata la voglia di crocettare e così ecco qui i bavaglini per i nuovi arivati.
Questo è per Cloe, che oggi compie una settimana.

Questo è per Giorgia, nipotina della mia collega Luisa.


Questo per Gianmaria, con portaciuccio incorporato


L'ultimo è per Ernesto, il figlio di Ruben, uno dei rugbisti dei Ricci di Oleggio, atteso a fine agosto......oddio un virginiano!!!!! Ovviamente per i piccoli rugbisti è d'obbligo ricamare un riccio, come ho già fatto per la bimba di Ele e Posi, ma non è che in rete si trovi molto!! In previsione che la famiglia dei Ricci possa allargarsi, se vi capita qualche mini schema con riccio siate gentili, passatemelo!!!

giovedì 31 luglio 2014

Oggi mi do all'alcool!

Eh sì, sono astemia, confermo, però sono anche la cuoca alcolemica della casa, quindi i liquori vari provengono da chi poi non li assaggerà mai.
Oggi mi devo cimentare nel liquore al cioccolato che è letteralmente sparito domenica durante la festa per i miei 40 anni, e la grappa al latte.

LIQUORE AL CIOCCOLATO
Immagine dal sito di Veruska
La ricetta base è quella di Veruska, ovvero La cuoca sopraffina. E' rapida, impossibile da fallire e, confermo, di sicuro apprezzata.
Ingredienti e dosi
200 g. cioccolato fondente 70%
1 l. di latte intero
1/2 l. di panna fresca
500 g. di zucchero
300 ml. di alcool 95°

Procedimento
Far sciogliere il cioccolato con un po' di latte, mescolando per sciogliere i grumi.
Poi aggiungere il latte restante, la panna, lo zucchero e portare ad ebollizione.
Far restringere il liquido per 15' circa.
Travasare in una ampia ciotola e lasciare raffreddare.
TOCCO PERSONALE: una spruzzata di peperoncino in polvere........ provare per credere!
Da ultimo, mescolando sempre, aggiungere l'alcool e travasare il contenuto in bottiglie di vetro.
Conservare in frigo.
Se riuscite a conservarlo, migliora col tempo!!

GRAPPA AL LATTE
Immagine di repertorio dal sito de Lacuocavalentina.it

Questa ricetta viene da un lontano amico (lontano nel tempo) di nome Venanzio, che ci ha stregati con la ricetta della grappa al latte. In rete si trovano anche i liquori al latte, fatt con alcool puro, ma io resto fedele all'originale.
Ingredienti e dosi
1 l. latte intero (meglio se direttamente da distributore locale)
1 l. di grappa bianca
1. kg. di zucchero
1 limone: spremere il succo e levare la buccia avitando al parte bianca
1 baccello di vaniglia

Procedimento
In una pentola versare latte, stecca di laniglia e zucchero.
Far sciogliere lo zucchero senza portare ad ebollizione.
Lasciar raffreddare e poi aggiungere il succo e la scorza di limone, la grappa.
Travasare in un contenitoreermetico e lasciare a riposo per almeno 15 gg. agitando il contenuto ogni giorno.
Filtrare e versare in bottiglie di vetro.
Se sul fondo si forma uno strato opaco o rappreso no preoccupatevi, agitate e bevete!!!!!

sabato 19 luglio 2014

Schemi punto croce da condividere

Alla ricerca di schemi per i bimbi del rugby e per le colleghe in dolce attesa ho trovato questi disegni meravigliosi che vi giro.






venerdì 4 luglio 2014

Aspettando Gianmaria...

Qualche tempo fa vi ho parlato di Olga, la mia collega in dolce attesa del suo primo bimbo, Gianmaria. Per lei sto preparando una copertina da culla, ben diversa da quella che avevo in mente (per fortuna ho chiesto un suo parere perchè il disegno scelto da lei non era fra i miei papabili); intanto però le ho confezionato un quadretto nascita, mentre la mia collega Loredana ha pensato al fiocco.
Così ecco spuntare il piccolino beatamente addormentato accanto al suo peluche. Spero che questo piccolo ricamo sia di buon augurio per notti serene e felici.
 Vi lascio anche lo schema, non è semplicissimo, ma il bimbo in bianco e nero è delizioso