giovedì 31 luglio 2014

Oggi mi do all'alcool!

Eh sì, sono astemia, confermo, però sono anche la cuoca alcolemica della casa, quindi i liquori vari provengono da chi poi non li assaggerà mai.
Oggi mi devo cimentare nel liquore al cioccolato che è letteralmente sparito domenica durante la festa per i miei 40 anni, e la grappa al latte.

LIQUORE AL CIOCCOLATO
Immagine dal sito di Veruska
La ricetta base è quella di Veruska, ovvero La cuoca sopraffina. E' rapida, impossibile da fallire e, confermo, di sicuro apprezzata.
Ingredienti e dosi
200 g. cioccolato fondente 70%
1 l. di latte intero
1/2 l. di panna fresca
500 g. di zucchero
300 ml. di alcool 95°

Procedimento
Far sciogliere il cioccolato con un po' di latte, mescolando per sciogliere i grumi.
Poi aggiungere il latte restante, la panna, lo zucchero e portare ad ebollizione.
Far restringere il liquido per 15' circa.
Travasare in una ampia ciotola e lasciare raffreddare.
TOCCO PERSONALE: una spruzzata di peperoncino in polvere........ provare per credere!
Da ultimo, mescolando sempre, aggiungere l'alcool e travasare il contenuto in bottiglie di vetro.
Conservare in frigo.
Se riuscite a conservarlo, migliora col tempo!!

GRAPPA AL LATTE
Immagine di repertorio dal sito de Lacuocavalentina.it

Questa ricetta viene da un lontano amico (lontano nel tempo) di nome Venanzio, che ci ha stregati con la ricetta della grappa al latte. In rete si trovano anche i liquori al latte, fatt con alcool puro, ma io resto fedele all'originale.
Ingredienti e dosi
1 l. latte intero (meglio se direttamente da distributore locale)
1 l. di grappa bianca
1. kg. di zucchero
1 limone: spremere il succo e levare la buccia avitando al parte bianca
1 baccello di vaniglia

Procedimento
In una pentola versare latte, stecca di laniglia e zucchero.
Far sciogliere lo zucchero senza portare ad ebollizione.
Lasciar raffreddare e poi aggiungere il succo e la scorza di limone, la grappa.
Travasare in un contenitoreermetico e lasciare a riposo per almeno 15 gg. agitando il contenuto ogni giorno.
Filtrare e versare in bottiglie di vetro.
Se sul fondo si forma uno strato opaco o rappreso no preoccupatevi, agitate e bevete!!!!!

1 commento:

Laura Carraro ha detto...

Ciao Cristina, sei veramente un fermento di attività, complimenti!!!
Ottimi entrambi i liquori, dubito anch'io che una volta fatti possano rimanere tanto in dispensa!!!
Baci